Album di guerra

Album di guerra
I Partigiani del Battaglione "Prealpi" a Gemona

martedì 27 settembre 2011

Cosacchi in Carnia: se ne discute ad Arta con Marina Di Ronco


Giovedì 29 settembre la rassegna "CuriosArta" terminerà con un incontro incentrato sull’occupazione cosacca in Carnia a cura della  dott.ssa Marina Di Ronco (Associazione della Carnia Amici dei Musei e dell’Arte): “Ottobre 1944 – Maggio 1945. In Carnia durante l’occupazione cosacca: un racconto attraverso le immagini”.
Sul finire della Seconda Guerra Mondiale, tra l’ottobre 1944 e il maggio 1945, la Carnia fu massicciamente occupata da truppe cosacco-caucasiche al seguito dei nazisti. Ai contingenti militari, qui dislocati in funzione essenzialmente antipartigiana, si univano numerosi civili, intere famiglie con tutti i loro averi, cavalli, capi di bestiame e perfino cammelli.
Alcuni paesi della Carnia giunsero a contare una presenza di cosacchi superiore a quella della popolazione locale, altri furono addirittura ribattezzati con i nomi delle città cosacche storiche.
Per la Carnia furono mesi difficili, con tanti lutti, paura e miseria. Ogni famiglia dovette far posto a questi “ospiti” tanto inattesi quanto forzati e dividere con loro le poche risorse ancora disponibili.
A distanza di più di mezzo secolo le case della Carnia conservano ancora testimonianze di questa occupazione: qualche foto, utensili, ritagli di giornale… frammenti di un quotidiano, che offrono lo spunto per una riflessione su questa vicenda da un punto di vista inusuale.
 (notizia riportata dal sito www.carnia.la )

Nessun commento:

Posta un commento

Archivio blog

Lettori fissi